A+ A A-

Una piccola guida sui robot automatici per piscine

Se hai una piscina interrata sai bene che pulire le pareti e il fondo dell’impianto è un’attività che porta via tempo ed energie. Tra tutte le operazioni di manutenzione della piscina, è senza dubbio tra le più lunghe ed impegnative.

Immagina la situazione: il sole splende, le temperature sono alte e, al minimo movimento, si suda. Vorresti goderti la tua piscina, abbronzarti sul lettino, catapultarti in acqua non appena hai caldo e, invece, ti tocca lavorare per far splendere il rivestimento della vasca. Poco divertente, non trovi?

La pulizia delle pareti e del fondo vasca è un’attività che non può essere rimandata: anche se ti sembra limpida, la piscina in realtà è il posto ideale dove batteri, piccole impurità e batteri vorrebbero vivere. Vuoi mica che diventi la loro casa, vero?

Robot pulitore: un fedele alleato per far brillare la piscina

Pulire il rivestimento della piscina senza sprecare energie è possibile, per fortuna. Basta attrezzarsi con un valido robot automatico che faccia il lavoro sporco, e cioè: eliminare ogni micro residuo da pareti e fondo vasca.

I robot automatici sono degli accessori per piscina super intelligenti: riescono da soli a definire il perimetro dell’impianto e a pulirlo a fondo, centimetro per centimetro. Via impurità, via batteri e via alghe in poco tempo, senza che ti affanni.

Il funzionamento di un robot automatico è semplice e ricorda quello di un aspirapolvere: in sostanza basta collegare l’accessorio ad una presa elettrica e accenderlo. L’apposita spazzola entrerà in azione e si metterà a raccogliere anche le impurità più piccole, che andranno a finire dritte dritte nel sacco. Il vantaggio di un robot pulitore automatico, rispetto ad esempio a quello idraulico, è che possono essere accesi a qualsiasi orario, non hanno bisogno che la pompa sia in funzione, né di essere puliti alla fine dell’utilizzo. L’unica cosa che dovrai fare è vuotare il sacco una volta pieno.

Insomma, il robot automatico è una bella comodità: meno sforzo e tempo in più da dedicare ai bagni.

Robot pulitore: il massimo dell’igiene per la piscina

I robot pulitori sono funzionali e assicurano un lavoro impeccabile, proprio come se fossi tu a pulire la piscina con le tue stesse mani.

La tecnologia con cui è realizzato, gli consente di arrivare fino agli angoli, arrampicarsi sulle pareti e tirare a lucido anche i modelli di piscina dotati di ingressi scenici, come la scala romanica. Basta usarlo con costanza e avrai il massimo dell’igiene in piscina, senza fatica e stress inutili.

Una sola accortezza: per evitare che si danneggi, è meglio evitare l’uso dei robot automatici in fase di apertura della piscina o quando l’impianto è molto sporco (ad esempio dopo un forte temporale). In queste situazioni è preferibile usare prima una scopa aspirafango, per togliere i detriti e le impurità più grosse, e poi mettere in azione il robot.

Bisogno di un robot automatico per la piscina?

Benissimo, noi di Edilfare siamo qui a tua completa disposizione per consigliarti il modello più adatto al tuo impianto e aiutarti nella scelta. Contattaci, i nostri esperti non vedono l’ora di aiutarti.

Torna in alto

Vuoi essere sempre aggiornato sulle news e sugli eventi del mondo piscine? Iscriviti alla Newsletter.